Nel caso aveste cercato notizie riguardanti le strategie relative al dimagrimento, a esempio in internet, vi sarete sicuramente imbattuti in un numero elevato di contenuti riguardanti il metabolismo basale (BMR). In relazione alla sua importanza nella ricerca di una perdita di peso e, soprattutto, in riferimento a tutte le strategie atte alla sua accelerazione.
Purtroppo, dal web, come spesso accade, si ottengono informazioni frammentarie. Se non completamente errate, quantomeno riportate in modo non sufficientemente aderente alla realtà delle cose.

Sono le calorie consumate dal nostro corpo per non fare assolutamente un tubo

Questo articolo si pone l’obbiettivo di fare un po’ di chiarezza, sfatando alcuni miti e collocando le informazioni nel giusto contesto.

Innanzi tutto, cos’è il metabolismo basale?

Sono le calorie consumate dal nostro corpo per non fare assolutamente un tubo.
Scientificamente, è definito come la quantità di calorie necessarie all’organismo per mantenere le funzioni vitali, in condizioni di massimo rilassamento fisico e cognitivo, in condizioni di neutralità termica. Misurazione effettuata a digiuno da almeno 12 ore.
Quindi sono le calorie bruciate in un giorno, semplicemente per mantenerci in vita. Senza effettuare nessuna attività fisica, di nessun tipo, completamente rilassati a livello mentale (l’attività cerebrale consuma calorie). E in un ambiente a temperatura confortevole (il caldo ed il freddo elevati fanno consumare più calorie). Direi che dovremmo aver dissipato i dubbi su cosa sia il BMR.

CONTATTAMI

In un individuo sano e sedentario, rappresenta circa il 60-70% del dispendio energetico totale.
Fatta questa premessa, risulta semplice comprendere che, ai fini di un obiettivo di dimagrimento, più elevato sarà il nostro metabolismo basale, maggiore sarà il nostro consumo calorico totale. E, di conseguenza, maggiore sarà la perdita di peso. Perché il suo effetto andrà a sommarsi a quello prodotto dalla nostra attività fisica e dalla nostra alimentazione.

E’ veramente possibile alzare il nostro metabolismo?

Il BMR è influenzato dall’attività degli organi vitali (fegato, cervello, polmoni, cuore e reni), che rappresentano oltre i due terzi del consumo totale, dalla nostra massa muscolare che interviene in una percentuale di circa il 22% e dal nostro tessuto adiposo, con un misero 4%. Ecco perchè è così difficile dimagrire: il mantenimento del grasso di deposito, per nostra sfortuna, non costa praticamente nulla.
Quindi, risulta intuitivo che, mettere in pratica tutti i metodi possibili per aumentarlo, sarebbe la strategia vincente nel dimagrimento. Come innalzarlo? E, soprattutto, è veramente possibile riuscire ad aumentare il nostro BMR?

Allenamento con i pesi, metabolismo e dimagrimento

Quello che avrete letto più spesso è che, per aumentare il mb, sia necessario aumentare la percentuale di massa magra. La verità è quasi questa.
il reset metabolico come strategia per un dimagrimento efficacePurtroppo vi hanno sempre preso per il culo. E’ vero che un volume muscolare elevato è sicuramente un fattore determinante. Abbiamo infatti visto come tale apparato, da solo, rappresenti fino al 22% del livello complessivo del metabolismo basale. Quindi, un uomo, a parità di peso, consumerà più calorie quanto maggiore sarà il suo apparato muscolare. E va bene…

Ma qui, arriviamo alla nota dolente. Innanzi tutto, a riposo, ogni kg aggiunto di massa magra, porterà ad un innalzamento soltanto di un 1,5% del MB che possiamo tradurre con un maggior consumo calorico giornaliero tra le 15 e le 25 Kcal. Sticazzi…


Quindi, per ottenere un valore significativo, l’aumento di massa magra, dovrà essere consistente.
Vero è che tale obbiettivo sarà più facilmente raggiungibile quanto più l’individuo è stato sedentario. Ottima notizia per chi decide di dare finalmente una svolta alla propria esistenza e alzarsi dal divano. Ma non pensiate di cominciare ad allenarvi e mettere su kg di muscolo come se piovesse. Quindi, puntare su un brutale dimagrimento grazie ai chili e chili di massa magra che dovreste mettere cominciando finalmente ad allenarvi, posso dirvi che sarà fisiologicamente poco realizzabile. Aiuterà, certo. Ma la strada è un’altra.

Riprendete in mano i pesi e non bruciate il vostro abbonamento in palestra

Peggio ancora per una persona allenata, di livello medio alto o alto, per la quale, un aumento di un solo kg di massa magra è un obbiettivo a dir poco ambizioso.

Quindi, per avere un incremento significativo del nostro metabolismo, diciamo intorno al 15%, dovremmo costruire una decina di kg di pura massa muscolare. Ve lo potete proprio scordare. O quasi.

Allora perché mi dicono di ammazzarmi in palestra?

Perché l’allenamento con sovraccarichi porterà ad incredibili Inizia-la-tua-rivoluzione-allenamento-e-dimagrimento-anche-on-line.vantaggi che tratterò in un prossimo articolo. Abbiate pazienza perché adesso, dobbiamo parlare del MB. E, chiariamo il concetto, l’ aumento relativamente contenuto di massa muscolare che riusciremo a ottenere , ci porterà ad un innalzamento del processo metabolico, praticamente ininfluente. Aumentare il volume della nostra massa magra, ci servirà per altro. Ci servirà incredibilmente, tra l’altro.

Quindi riprendete in mano i pesi e non bruciate il vostro abbonamento in palestra.
Ora, per quanto l’argomento sia estremamente stuzzicante, dovrò necessariamente trattarlo in altra sede, per dargli la dignità che merita. Per adesso, fidatevi. E cominciate subito ad allenarvi con sovraccarichi come non ci fosse un domani, se volete un dimagrimento realmente efficace (che significa, allenatevi con i pesi, ossia le macchine che hanno un peso da spostare, ossia i macchinari che sono in una sala pesi di una palestra, o cercate un personal trainer che si occupi di condurvi per mano in un mondo a voi sconosciuto).
In questo articolo voglio parlarvi di altro, che dovrà essere abbinato all’allenamento di cui sopra. Abbinato. Abbinato. Fatto insieme. Non solo uno o solo l’altro. Chiaro?

Continua nella seconda parte

CONTATTAMI